Pubblicato da: scudieroJons | settembre 21, 2016

Caricaaa!

carica3

Uno dei maggiori difetti che si riscontra nel modo di giocare dei principianti è l’abitudine di muovere troppi pedoni all’inizio della partita. Alcuni lo fanno semplicemente perché hanno paura di mettere in gioco i pezzi, non sapendo ancora bene dove vanno messi, altri invece sono convinti che i pedoni debbano costituire una massa d’urto per scompaginare lo schieramento avversario e preparare il terreno all’azione dei pezzi, come facevano gli elefanti di Annibale.
In realtà nemmeno gli elefanti avevano la capacità di decidere l’esito delle battaglie, e i Romani, dopo un primo momento di disorientamento alla vista degli elefanti di Pirro, impararono molto in fretta a neutralizzare la loro carica, più appariscente che efficace. Le vittorie del generale cartaginese furono dovute alla imprevedibilità e alla rapidità dei movimenti di truppe e all’uso sapiente della cavalleria, arma in origine poco considerata dai Romani.


Se non adeguatamente sostenuti dai pezzi, i pedoni possono essere fermati facilmente, e quelli che volevano apparire come feroci elefanti lanciati alla carica risultano quasi sempre essere delle pacifiche mucche al pascolo.
Le conseguenze dannose di una simile tattica sono di due ordini.
Occupando gli spazi avanzati i pedoni sottraggono ai propri pezzi alcune delle case che servirebbero per portare minacce allo schieramento e al re avversario, il quale, più che sentirsi minacciato dalla folla di pedoni, li usa per rendersi ancora più irraggiungibile.
Inoltre con la loro avanzata i pedoni lasciano prive di sorveglianza molte case del proprio schieramento. Per impedire che i pezzi avversari vi si possano installare creando avamposti, da cui lanciare attacchi al re, si sarà costretti a impegnare i pezzi, e questo lavoro di sorveglianza poco pregiato, oltre ad essere una scelta antieconomica, rischia di provocare in qualche pezzo un cumulo di mansioni incompatibili tra loro e una crisi per sovraccarico.
Perciò all’inizio della partita sarebbe meglio spingere pochi pedoni, lo stretto necessario per mettere sotto controllo il centro della scacchiera e creare il varco utile alla regina e agli alfieri per prendere posizione; i cavalli non ne hanno bisogno, essendo capaci di saltare sopra i propri pedoni, e per mettere in gioco le torri, all’inizio, basta solo effettuare l’arrocco.
Nella partita che segue si potrà assistere alle tragiche conseguenze di un’avanzata troppo temeraria di pedoni, e il principiante sarà invitato a trovare la mossa vincente, aiutato in questa operazione da un suggerimento sottilmente allusivo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: