Pubblicato da: scudieroJons | agosto 21, 2016

Guerriera

regina

Da alcune ore la Regina Bianca, ritta su una delle alture che delimitavano ad ovest il campo di battaglia, osservava lo svolgersi delle operazioni e preparava un nuovo piano d’attacco, mentre aspettava il momento migliore per entrare nel vivo della zuffa.
La lunga guerra tra Bianchi e Neri, che si svolgeva già da molti secoli e di cui nessuno più ricordava le cause originarie, aveva messo in scena anche quel giorno la sua rituale rappresentazione.
Era iniziata come al solito, con i pedoni di entrambe le parti, armati alla leggera, che lottavano per il possesso del centro. A dare man forte ai fanti arrivavano come sempre i pezzi minori, cavalli e alfieri, e i primi caduti finivano nella scatola.
Il Re bianco si era subito ritirato prudentemente nella sua fortezza, con in mano il diagramma del sudoku, e contava di finirlo prima che il finale lo costringesse a intervenire personalmente nella contesa.
La Regina era rimasta nelle sue stanze, e se ne stava affacciata alla trifora del bovindo. Mentre la sua mano accarezzava il soffice pelo di uno dei suoi gatti, i suoi occhi scrutavano l’orizzonte, in direzione della macchia nera che si muoveva tra le file nemiche, per cercare di scoprire come si era vestita la Regina Nera.
“Sarà il solito straccetto nero con i lustrini, comprato su ebay… io credo che indosserò la gonna lunga sotto la corazza argentata… ma ci voglio pensare, tanto non c’è fretta… cosa faccio da mangiare stasera? Stai buono, tesoruccio, attento che il raso si rovina con le unghiette!”
Improvvisamente un manipolo di cavalieri aveva assalito il pedone che formava il bastione principale dell’arrocco, e quando un secondo pedone era intervenuto per neutralizzare i cavalli, la Regina nera gli era piombata addosso stroncandolo, assistita da lontano dall’alfiere nero, appostato nell’ombra, che teneva inchiodato il pedone superstite e gli impediva di intervenire.
Nel vedere quella scena drammatica la Regina lanciò un urlo: “Sire! Siete in pericolo! Siete ferito? Corro in vostro soccorso! Tra un momento sono da Voi! Non temete, Vi salverò!”
“Aspetta, dolce Amica mia, – aveva risposto il Re, – il momento peggiore è passato! Non corro pericolo immediato in questo momento. Il sacrificio del cavallo non è stato preparato con accuratezza e ha dato come frutto solo due pedoni, e l’indebolimento dell’arrocco non è tale da permettere alla Regina nera di continuare con successo il suo attacco. Il pericoloso alfiere nero è stato eliminato. Il nostro eroico alfiere ha preso il posto di uno dei pedoni perduti e rimango difeso in modo soddisfacente.
Perciò non occorre che tu venga! Invece devi entrare in battaglia al più presto, per tenere impegnati il re avversario e gli altri pezzi, in modo che non possano venire in aiuto della loro Regina. La vedo, oltre i bastioni, che mi assedia e mi minaccia, e mi impedisce ogni via di fuga, ma non la temo, perché dove sono non può raggiungermi. Ho ancora alcune caselle del sudoku da riempire, ma per il finale sarò pronto”.
Appena fu armata, la Regina Bianca diede uno scacco al Re nero, per costringerlo a muoversi, e per impedirgli l’arrocco, in modo che rimanesse abbastanza scoperto e quindi più vulnerabile. Poi rimase in attesa, mentre il resto delle forze occupava le vie di comunicazione e prendeva posizione per l’attacco decisivo.
“Devo ricordarmi di accorciare un po’ questa gonna, non la sopporto più. Ho deciso: stasera infilo il braccio nel comparto del freezer e prendo la prima scatola che mi viene sotto la mano. Bene, adesso risolviamo questa grana!”
Poi, rivolgendosi al Re: “Sire, non ci sarà un finale in questa partita, perché eseguirò lo scacco matto in 6 mosse, se il nero non deciderà di abbandonare prima!”
“Ma il nostro cavallo è attaccato dal pedone! E’ in pericolo! – obiettò il Re – non sarebbe il caso di metterlo in salvo prima?”
“Rasserenatevi, Sire, il cavallo non subirà alcun danno, perché il nero dovrà difendersi dai miei scacchi incalzanti, e non troverà il tempo per catturarlo. E infine, per la perfetta riuscita del piano d’attacco, il cavallo deve rimanere nella sua attuale posizione”.
Subito dopo la Regina Bianca abbassò la celata del suo elmo e sollevò la spada, per dare l’ordine di iniziare l’attacco al pezzo designato per scardinare le difese del Re nero.

Nel video che segue, il giocatore principiante è invitato a trovare la mossa vincente che dà inizio all’attacco del bianco. Per facilitargli il compito, nel video è inserito un suggerimento, che serve anche a confondere le idee ai giocatori veramente esperti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: