Pubblicato da: scudieroJons | aprile 27, 2016

Frivolezze

“Fascinatio nugacitatis” diceva Eustace. “E’ tradotto in modo del tutto diverso nella versione inglese dei Libri Apocrifi. Ma come suona bene nella Volgata! La magia delle frivolezze: l’essere affascinato dalle cose insignificanti.

pratoline

Come conosco bene questo fascino! E come è paurosamente intenso! La frivolezza per amore della frivolezza. Eppure quale è l’alternativa? Comportarsi come il Vecchio Còrso, o come qualche specie di orribile fanatico religioso…”
Ancora una volta il buio invase la mente di Sebastian: un torpore reso diverso soltanto da tremiti di vertigine e da una leggera nausea. Desiderò ardentemente trovarsi a letto. Con suono netto e argentino un orologio batté la mezz’ora.
“Le dieci e mezzo” annunciò Eustace “tempo, tempo e un mezzo tempo.
L’innocenza e il bello non hanno nemici se non il tempo.” Lasciò andare un rutto.
“Ecco cosa mi piace dello champagne: che ti rende così poetici. Tutto il meglio di cinquant’anni di letture disordinate ti viene alla superficie. O lente, lente currite, noctis equi!”


O lente lente… Con lentezza funerea cavalli neri avanzarono in mezzo alla nebbia.

da Il tempo si deve fermare
di Aldous Huxley

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: