Pubblicato da: scudieroJons | aprile 20, 2016

Il sostegno del prof

Gli insegnanti fanno una vita dura in questi anni.
Gli alunni sono indisciplinati, la paga è bassa e le regole continuano a cambiare in peggio.
E allora come fa quest’insegnante ad avere un aspetto così calmo e rilassato in mezzo al caos più rumoroso?

teacher2
E’ semplice: ha fatto ricorso al sostegno giornaliero.
Non avendo la possibilità di avere in classe un insegnante di sostegno, ha deciso di rivolgersi al sostegno dell’insegnante.

teacher8
Una piccola dose, solo per smussare le difficoltà più taglienti e rendere la giornata più tollerabile.
Seguendo le indicazioni della lavagna di Matteorenzi, siamo partiti dall’aspettativa di avere una Buona Scuola e ci ritroveremo presto ad avere una beona a scuola.

teacher4

Annunci

Responses

  1. la prima volta che misi piede nella sala professori del Liceo , una collega che non mi conosceva, forse proprio per questo, aprì la sua borsa e mi mostrò la fiaschettina di Lexotan. “Vedi – disse- senza questa non potrei andare avanti”.

    • Quello che riferisci accadeva perciò nel secondo millennio. Adesso le cose saranno perfino peggiorate.
      La tendenza alla depressione che affligge gli spiriti sensibili non è una prerogativa degli insegnanti, e può colpire tutti, dall’impiegato allo sportello alla casalinga. Però la comparsa di questi moderni governanti che vogliono trasformare la scuola in un’azienda contribuisce ad aumentare lo stress.
      Ciao : )


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: