Pubblicato da: scudieroJons | ottobre 9, 2015

Maramaldi in azione

ferrucci

Fabrizio Maramaldo fu un capitano di ventura, un mercenario, che combattè al soldo di molti stati nell’Italia del XVI secolo sconvolta dalle guerre. E’ diventato famigerato per aver ucciso nel 1530 Francesco Ferrucci, che comandava parte dei difensori della Repubblica Fiorentina, assediata dalle truppe imperiali. Durante la battaglia di Gavinana, Ferrucci fu ferito e si arrese con i pochi superstiti. Maramaldo se lo fece portare davanti per vendicarsi di un affronto che aveva subito da lui. Lo fece disarmare della corazza e lo colpì a sangue freddo.
Due uomini, simili in molte cose, avvezzi entrambi alla guerra e alla violenza, sono passati alla storia su due fronti opposti: Francesco Ferrucci è ricordato nell’Inno di Mameli come il campione della libertà che combatte per la difesa degli italiani dall’oppressore straniero, mentre Maramaldo è inchiodato dalle parole che Ferrucci gli rivolse prima di morire: “Maramaldo, tu uccidi un uomo morto!”.
Dal nome di quell’uomo è nato il sostantivo “maramaldo” per indicare una persona che infierisce sui più deboli, sugli inermi, o è pronta a sopraffare, a tradire qualcuno non appena ne scorga i punti deboli o l’impossibilità di difendersi. L’atto è detto “maramaldeggiare”.

Maramaldeggia alla grande oggi l’Osservatore romano, con un commento che La Repubblica.it ci riassume:

“Ora la capitale, a meno di due mesi dall’inizio del Giubileo, ha la certezza solo delle proprie macerie”. È il commento dell’Osservatore Romano alle dimissioni del sindaco di Roma Ignazio Marino.
“Nelle analisi compiute dagli organi di informazione italiani, si nota la pressoché inedita unanimità nel considerare come inevitabile – si legge sull’Osservatore Romano – l’epilogo al quale si è giunti. Marino è caduto sotto i colpi di un’inesorabile serie di episodi che, a seconda dei casi, sono stati quanto meno qualificati come gaffes, gesti francamente inopportuni o superficialità. Lo stesso Renzi era intervenuto nei mesi scorsi per sollecitare un cambio di passo e cominciare a ricostruire: ‘È onesto, aveva detto il presidente del Consiglio riferendosi a Marino, ma ora deve governare’.
“Di certo – prosegue il quotidiano vaticano -, c’erano le infiltrazioni mafiose anche nel sistema degli appalti, forti dell’appoggio di funzionari amministrativi fino a qualche mese fa intoccabili. Di sicuro c’è stato un velo oscuro sopra la gestione e la raccolta dei rifiuti e delle discariche mentre è evidente quanto i monumenti di Roma siano stati deturpati dai chioschi dei venditori ambulanti. A Roma non si riescono a liberalizzare e a rendere efficienti alcuni servizi essenziali, a partire dai trasporti pubblici. E la manutenzione delle strade fa sospettare che ci sia molto da indagare anche lì. Ma, sopra a tutto, c’è una sola grande certezza: Roma davvero non merita tutto questo”, conclude l’Osservatore.

Seguono alcuni commenti dei lettori:

1) E potea esse …”le macerie lasciate da Marino”…invece muto ( il Vaticano) sulle splendide cagate lasciate da Ale Magno.

2) Se il Vaticano ha qualcosa da ridire circa l’ospitalità che gli riservano le istituzioni italiane può sempre accomodarsi ad Avignone; c’è già uno splendido palazzo pronto. Certo lì probabilmente non si potrebbe permettere di mettere becco nelle vicende politiche francesi, o nel dibattito sui diritti civili, né potrebbe inquinare con le sue ridicole credenze e superstizioni medievali il corso della storia come invece ha fatto fin troppo in Italia. Sono sicuro che si tratta di uno scivolone e che la Chiesa evidentemente tiene così tanto a Roma che sarà felicissima di risanare il bilancio della Capitale e renderla un posto migliore pagando l’IMU sulle migliaia di immobili di cui è proprietaria.

3) Il Vaticano non perdona la politica di Marino sulle unioni civili. E l’Italia obbedisce. Mannaggia a Costantino…

In realtà l’umanista e filologo Lorenzo Valla ha già dimostrato alcuni secoli fa la falsità dell’atto di donazione di Costantino, rendendo evidente che il papato ha esercitato illegittimamente il potere temporale su una parte dell’Italia, per effetto di un documento falsificato.

Quanto alla considerazione finale secondo cui “Roma non merita tutto questo” si potrebbe anche essere d’accordo, dato che i cittadini romani sono le prime vittime del malgoverno, a patto di aggiungere subito dopo, tanto per essere chiari, le profetiche parole del Guicciardini: “Tre cose desidero vedere innanzi alla mia morte; ma dubito, ancora che io vivessi molto, non ne vedere alcuna; uno vivere di repubblica bene ordinato nella cittá nostra, Italia liberata da tutti e’ Barbari, e liberato el mondo dalla tirannide di questi scelerati preti”.

Annunci

Responses

  1. Guicciardini aveva certamente le idee chiare. E il suo dubbio ancora oggi è il nostro, purtroppo.

    • Ancora sul giornale di oggi i pezzi grossi della curia romana ci tengono a ribadire che il papa è irritato, perfino furioso, con Marino, a causa della sua volontà di riconoscere i matrimoni gay. Come erano false le promesse di non ingerenza di Francesco! E che bell’atteggiamento misericordioso che sta tenendo! L’anno santo della misericordia si preannuncia come come il solito giubileo dell’ipocrisia.
      Ciao : )

  2. … e nessuno ne parla…

    • Se ne parla poco, è vero. I notiziari sono tutti incentrati sulle questioni economiche, perché la gente, giustamente, ha più paura della povertà che della mancanza di laicità. Per avere la forza di promuovere il progresso delle istituzioni civili bisogna aver prima soddisfatto i bisogni primari.
      Ciao : )


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: