Pubblicato da: scudieroJons | dicembre 3, 2014

Il Fisco regala

… i vecchi computer alle scuole

pcvecchi

MILANO 03 dicembre 2014 – Non saranno più buoni per le difficili attività di monitoraggio fiscale e i conti sulle tasse degli italiani, ma per avvicinare gli studenti delle scuole all’informatica o supportare le attività delle amministrazioni pubbliche o degli enti di volontariato possono andare più che bene. Così i computer del Fisco andranno in regalo per il nuovo anno e apre la gara nazionale per aggiudicarseli.

Ecco una notizia che mi fa infuriare, anche per il modo trionfalistico con cui viene pubblicata.

E’ in questo modo che il governo mette la scuola al centro dei suoi progetti per i cittadini del futuro? Mettendoli di fronte a macchine recalcitranti come muli? Se non sono buoni per fare i conti sulle imposte da far pagare ai cittadini, figuriamoci come saranno buoni, questi computer, ad eseguire tutti quei lavori che richiedono versatilità, velocità e multimedialità che sono essenziali per farne un utile strumento didattico. Arrivati probabilmente già obsoleti negli uffici statali, a causa delle lungaggini burocratiche occorse per il loro acquisto, se questi computer non vanno più bene per il lavoro per cui sono stati progettati, buttateli! Ma a scuola, mandate solo roba nuova!

Se i soldi sono pochi e non bastano per comprare molti computer, comprate i pezzi necessari, e fateli assemblare dagli studenti dell’ultimo anno di ogni corso di studi.
Un esperto, incaricato dal ministero, potrebbe progettare tre tipi di pc, con caratteristiche differenziate, per la scuola primaria, la media inferiore e le superiori, e scegliere i componenti per l’affidabilità, la loro reciproca compatibilità e per la facilità di assemblaggio.
Acquistando i componenti all’ingrosso si risparmia e se ne possono acquistare molti di più.

pcnuovi

Ogni scatola di materiale dovrebbe essere corredata dalle istruzioni per l’assemblaggio preparate dall’esperto, e dal software occorrente per mettere in funzione i computer. Dopo alcune lezioni di preparazione gli studenti di un’intera classe potrebbero assemblare un primo pc sotto la supervisione dell’insegnante.
Successivamente gli altri pc potrebbero essere assemblati in un’unica giornata dagli stessi studenti, organizzati in piccoli gruppi.
Per i giovani potrebbe essere un buon modo per avvicinarsi all’informatica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: