Pubblicato da: scudieroJons | marzo 23, 2014

Irrompere e sconquassare

carri

Contrariamente a quello che si potrebbe pensare, prestando attenzione solo al nome con cui sono tradizionalmente conosciute, le torri degli scacchi non sono costruzioni statiche, solide ma immobili, baluardi difensivi quasi inespugnabili. Esse invece sono degli autentici carri da guerra, dotati di velocità e potenza, qualità che si esprimono al meglio quando possono irrompere nel campo avversario per devastarlo.

Nella partita che segue si può osservare come nella prima parte dello scontro avviene un blocco dei pezzi nel centro della scacchiera, che non è possibile districare senza rischi per chi volesse provarci.

L’unico modo per risolvere lo scontro è aprire una colonna laterale per irrompere con le torri nel campo avversario, proprio come fecero i carri da guerra degli Hittiti e degli Egiziani nella battaglia di Qadesh nel 1274 a. C. Furono per primi gli Hittiti che sorprendendo Ramesses II riuscirono a penetrare nel campo egiziano e lo saccheggiarono; ma il faraone ebbe il tempo di riorganizzarsi, di dare ordine di approntare il suo carro da battaglia e con gli altri componenti del suo esercito investì il re Muwatallish II e lo costrinse alla ritirata.

Quando Ramesses si vide accerchiato dai carri hittiti che avevano fatto irruzione nel suo accampamento, il faraone, che nei rilievi è raffigurato solo sul carro e con le briglie legate alla cintola per avere le mani libere e poter tendere l’arco, innalza un’invocazione accorata ad Amon:
Non c’è un principe con me, né un auriga;
non c’è soldato, né ufficiale.
Il mio esercito mi ha abbandonato,
i miei carri sono fuggiti davanti a loro.
… Che accade, Amon, Padre mio?
Può un padre dimenticare suo figlio?
E dopo aver ricordato gli atti di pietà compiuti in onore del dio, i monumenti costruiti per lui, i doni che continuamente faceva affluire al suo tempio, Ramesses II continua:
Io grido verso di te, Amon Padre mio,
Mentre mi trovo in mezzo a tanti nemici
che non conosco…
Io sono completamente solo…
Ma io invoco Amon e sento
che egli vale più di milioni di soldati,
di centinaia di migliaia di carri,
più di diecimila fratelli e figli
riuniti insieme…
Ecco, dai confini delle terre straniere io invoco,
e la mia voce giunge fino a Ermontis;
Ra ode e viene perché io l’ho invocato.
Egli mi tende la sua mano
e io ne provo gioia.
Egli ha gridato dietro di me “Avanti, avanti;
io sono con te, io sono tuo Padre, la mia mano è con te!
… io sono il Signore della vittoria, che ama il valore”.
Rinfrancato, il faraone si lancia nel folto della mischia: “Sentii che il mio cuore diveniva forte mentre il mio animo gioiva… lanciavo frecce alla mia destra, catturavo prigionieri alla mia sinistra… i duemilacinquecento carri in mezzo ai quali mi trovavo facevano mucchio davanti ai miei cavalli.
… gli animi dei nemici languivano nel loro corpo, il loro braccio era debole, non riuscivano a scagliare frecce.
Non trovavano il coraggio per afferrare le loro lance; e io li feci precipitare nel fiume come i coccodrilli, l’uno sull’altro”.

Il nero sceglie la colonna a, per portare un attacco al pedone c3, mentre il bianco preferisce aprire la colonna h che è quella che porta direttamente a contatto con il re avversario. Nel momento in cui dobbiamo decidere di abbandonare alla presa della torre nera il pedone c3, che è alla base della catena di pedoni e la sostiene, per raddoppiare le torri e scagliarle nel cuore del campo avversario, è necessario analizzare attentamente le conseguenze di un eventuale fallimento dell’attacco, prendendo in considerazione tutte le possibili mosse del nero.

Una volta accertato che il re nero, lasciato imprudentemente allo scoperto dall’avanzata temeraria dei propri pedoni, non ha molte difese da opporre, si dà inizio all’irruzione e ci si ferma solo al momento dello scacco matto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: