Pubblicato da: scudieroJons | marzo 16, 2014

Una combinazione vincente

Nel gioco degli scacchi le partite più belle sono quelle che si concludono con una combinazione di mosse che giunge a spezzare un equilibrio di forze presente sulla scacchiera. Si  mette fine in questo modo a una lunga teoria di mosse meticolose, perfino ingegnose, ma poco spettacolari. Tra i giocatori romantici dell’Ottocento e dei primi decenni del Novecento le partite brillanti che si concludevano con una combinazione di scacco matto erano molto frequenti, ma i moderni campioni, superpreparati nell’arte difensiva, non commettono più errori tali da consentire all’avversario di portare a termine una combinazione elaborata. Per questa ragione la maggior parte delle partite si conclude con uno dei giocatori che riesce a guadagnare un pedone e a mettersi in condizione di promuoverlo a regina.
Con il computer, che per definizione è il meno propenso alle distrazioni, non c’è quasi altro modo di vincere che portarlo in un finale in cui un pedone, arrivato all’ultima fila di caselle viene trasformato in regina.
E’ sorprendente perciò che in una fase di centro partita il computer Boris si lasci irretire in una successione di mosse che lo costringerà a cedere un pezzo. Per una volta il giocatore umano riesce a vedere una mossa in più rispetto alla macchina.
Tutto si svolge al termine di una partita convulsa, in cui un attacco del bianco, non bene organizzato, viene respinto da un pericoloso contrattacco del nero, che si riesce a bloccare solo in extremis. Si deve cambiare piano d’azione. La torre inizia una lenta manovra muovendosi nelle vie che esistono tra le strutture di pedoni, allo scopo di creare un pedone libero da sfruttare in finale. E qui avviene l’imprevedibile sotto forma di una mossa imprudente del computer, che per non cedere un pedone allenta le difese della traversa in cui sono posizionati re e regina. La torre bianca arriva minacciosa in ottava traversa, un cavallo viene usato per interferirne l’azione, e sembra ch la posizione possa reggere, ma l’ingresso della donna bianca e poi del cavallo fanno precipitare gli eventi. Dopo che le regine sono state eliminate il nero sembra aver trovato la mossa che salva la posizione. Ma la particolare posizione relativa dei pezzi rimasti e la capacità del cavallo bianco di portare micidiali attacchi doppi fanno crollare l’ultima difesa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: