Pubblicato da: scudieroJons | dicembre 4, 2013

Cervelli diversi

cerve

Periodicamente sui giornali compaiono i risultati delle ricerche sul cervello, che si sono intensificate da quando è apparso chiaro che quest’organo è rimasto l’unico a conservare gelosamente molti segreti. Uno di questi segreti è l’origine della differenziazione tra cervelli maschili e femminili.
Uno schema sintetico così distribuisce i punti forti degli uomini e delle donne.

Uomini
– Percezione dello spazio.
– Coordinamento nelle azioni.
– Abilità motorie e spaziali.
– Capacità di eccellere in uno sport.
– Velocità nel processare le informazioni.

Donne
– Intuito.
– Capacità di analisi.
– Intelligenza sociale.
– Capacità di svolgere più compiti simultaneamente.
– Migliore capacità di attenzione.

Nel suo articolo Elena Dusi ci aggiorna sulle ultime scoperte.
Nel ping pong dei pensieri che ci corrono in testa, uomini e donne giocano su due tavoli diversi. I maschi ragionano in lungo, le donne in largo. Nei primi le idee rimbalzano avanti e indietro, nelle seconde a destra e sinistra. Per gli esperti di architettura cerebrale, questa asimmetria si traduce in una differenza fra i due sessi, ma anche in una complementarietà, con i pregi dell’uno che compensano i difetti dell’altro. Alla maggiore capacità maschile di percepire lo spazio e coordinare al suo interno i movimenti del corpo fa da contraltare l’innata dote femminile di intuire, collegare e svolgere più compiti insieme. Lo stereotipo dell’uomo specializzato nel parcheggiare l’auto o leggere una cartina e della donna abile nel multitasking viene oggi confermato da uno studio che osserva come sono strutturati i fasci di fibre nervose nell’intero cervello di maschi e femmine.
(per continuare)


Anch’io, per ragioni pratiche, cerco di capire come funziona il cervello delle donne, ma non disponendo di una macchina per la risonanza magnetica adotto un diverso metodo d’indagine. In particolare mi sforzo di capire cosa stanno leggendo le donne che incontro, nella segreta speranza di trovarne una che legge un libro di scacchi.
Purtroppo non sempre è possibile, data la naturale ritrosia delle interessate, riuscire a scoprire l’argomento o almeno il titolo del libro che stanno leggendo.

lampada
Quando ci si riesce, perché il titolo è tenuto in bella vista, a volte la delusione è cocente, perché si riscontrano argomenti astrusi o freddi.

leggescacchi
Ma ecco che un giorno finalmente scopriamo una lettrice emancipata, che per manifestare la propria modernità si rivolge al passato per cercarvi le prime affermazioni dello spirito di indipendenza femminile.

cosalegge
Di questo si potrà parlare tra due o tre giorni, per dare tempo a chi lo desidera di scoprire da sé il titolo del libro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: