Pubblicato da: scudieroJons | novembre 17, 2013

Una notte a Bangkok cambia le regole

Il giocatore di scacchi professionista russo Aleksandr Shastin non lascia mai che le emozioni governino la sua vita, o le sue partite di scacchi. Nemmeno l’improvvisa morte del suo allenatore riesce a scalfire il controllo glaciale che egli esercita sulla propria mente.
Ma una sera sulla terrazza bar di un hotel di Bangkok incontra una donna la cui cruda sessualità e la sua spontaneità emotiva aprono in lui invisibili crepe, e lui avvinto la scruta insistentemente.
L’artista grafica Izzy Cornwall è fuggita in Tailandia per cercare di alleviare il dolore e il senso di colpa dopo il suicidio della sorella. Appena incrocia lo sguardo di Aleks la loro attrazione istantanea la infiamma. E il modo in cui lui la guarda le restituisce la sensazione di esistere.
Nel caldo soffocante del temporale di Bangkok l’alchimia del loro incontro distilla  qualcosa che sarebbe potuta diventare una notte di passione dolorosa e paralizzante. Nessuno avrebbe potuto prevedere che un singolo incontro avrebbe cambiato tutte le regole, facendo diventare Aleks il principiante e Izzy il Grande Maestro. Ma se Izzy vuole conquistare il suo cuore deve insegnargli che se vuoi vincere, a volte devi perdere.

queen

L’anteprima.

” Hai qualche problema se sono bagnata?” Lasciò  aleggiare il doppio senso. I ragazzi al college si sarebbero buttati a pesce. Ma quest’uomo non lo aveva fatto.
“No. Mi chiedo solo che cosa stai facendo qui in piedi sotto la pioggia”.
“Oh, mi piace un po’ di pioggia”. Izzy rivolse la sua attenzione alla sua canottiera bagnata, strizzandone l’orlo.
“Bagnarsi fino alle ossa è divertente?” Sembrava sinceramente perplesso.
“Sì, lo è. Dovresti provare qualche volta.” Lei lasciò cadere l’argomento, poi gli sorrise. “Anche se pare che lo stai già facendo.”
I suoi indumenti erano stati in ammollo anche troppo, la sua T-shirt aderiva alla spalle potenti, rivelando un torace e un addome scolpiti.
Le dita di Izzy prudevano dal desiderio di toccarlo.
Lei stessa si era ripromessa nel momento in cui aveva lasciato la Nuova Zelanda che questo viaggio sarebbe stato interamente suo. Che non doveva negarsi nulla. Ma fino a quel momento, non aveva incluso il sesso. Non per mancanza di occasioni. Di rado le attenzioni dei ragazzi le facevano venire caldo.
Ma questo ragazzo non era solo caldo. Questo ragazzo era tenebroso, intimidatorio, pericoloso e assolutamente seducente.
Lui si accigliò, guardandosi. “Sì. Così sembra.” Poi guardò di nuovo lei.
Il colore dei suoi occhi era sorprendente nel suo volto abbronzato. Grigio cristallino, incorniciato da spesse ciglia nere. Lui la guardò con una tale attenzione come se nient’altro esistesse per lui, ma ci fosse solo lei.
La sua gola era secca. Il suo battito cardiaco accelerato pulsava forte nelle sue orecchie.
La pioggia continuava a cadere, ma Izzy non aveva freddo. No, aveva caldo. Stava bruciando.
A causa di lui. A causa del modo in cui lui la guardava. Facendola sentire, per la prima volta da quando Angie era morta, come se esistesse davvero.
“Amico, hai intenzione di prendermi? ” Disse con voce roca. “Perché, te lo dico subito, le possibilità di successo sono molto elevate.”

*************************

Per carità, non leggetelo!

Annunci

Responses

  1. perché?

    • Non c’è un perché, dato che lo dicevo scherzando. Sono stato attratto dal titolo, e dalla professione del protagonista maschile. Sul valore letterario non ho elementi sufficienti per giudicare. Potrebbe essere una sorpresa.
      Ciao : )


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: