Pubblicato da: scudieroJons | giugno 17, 2012

Alla ricerca del tesoro nascosto

Si parte dal centro, cliccando sul tasto Start, e subito si viene inviati alla visione di un filmato. Nel filmato è contenuto il riferimento, un’immagine o una frase, che rimanda alla successiva casella da cliccare, la quale conduce ad un altro filmato. Ad ogni casella è abbinata una lettera o un numero. Se si segue la corretta successione delle caselle, le lettere e i numeri, disposti nel giusto ordine, formeranno una chiave che, inserita nella casella “cerca” del blog, permetterà di raggiungere la pagina in cui è nascosto il tesoro. Una sola casella, la fine del percorso, non è linkata a un video.

In bocca al Minotauro!

labbi

Annunci

Responses

  1. la casella Escher non funziona 😦

    • Perdonami se non sono stato chiaro nelle istruzioni: la casella Escher è il terminale del percorso, chi arriva correttamente alla Escher deve aver già toccato tutte le altre caselle, e perciò il codice deve essere completo, e per questo motivo non occorre il rimando ad alcun filmato. Aggiungerò questo particolare nelle istruzioni.
      Grazie.
      Ciao : )

      • questo vuol dire che ho sbagliato percorso…ok, riproverò a mente fresca (se Scipione lo permetterà) 🙂

  2. @ N.
    Sarà caldo, ci sono tre autorevoli meteorologhe che lo confermano : )

    Approfitto per spiegare con un esempio come avviene la scelta della casella e quindi della lettera o del numero.
    Dopo aver premuto Start si assiste alla scena del brindisi della Traviata, con la bella Violetta Valery che va in giro portando in mano il suo fiore prediletto, la camelia. Quello è l’indizio: si deve andare sulla casella della camelia, annotare la lettera A che è la prima lettera del codice, e cliccare sulla casella per avere il successivo indizio.
    Ciao : )

  3. E’ molto più semplice di quanto possa sembrare, poi con l’indizio iniziale diventa una passeggiata. Se posso essere sincera, ho trovato che il tesoro fosse, come dire, un po’ “magro”… Comunque complessivamente molto divertente, BRAVO!
    Saluti Rob

    • Grazie, per i complimenti e per l’attenzione. Concordo sul fatto che non era una prova eccessivamente difficile, e devo ammettere che nemmeno ho cercato di infondere una maggiore difficoltà ai quesiti, perché in questa occasione mi interessava di provare il meccanismo, che non esisteva prima, e ho dovuto concentrare il lavoro in poco tempo. Anche per questo non mi è sembrato il caso di mettere la caverna di Alì Baba come premio finale. In una precedente costruzione di un labirinto ho messo come premio finale “Tutto l’amore del mondo” e cioè un valore inestimabile. In quell’occasione ho certamente esagerato, ma anche il labirinto era più complesso, e la soluzione meritava una ricompensa maggiore. Quel primo labirinto, costruito con un altro criterio, direi di tipo letterario, si era rovinato nel passaggio dalla piattaforma di provenienza a wordpress, e tutti i link interni, che rappresentano i cunicoli, erano crollati, e molti oggetti erano andati perduti. Recentemente l’ho restaurato ed è di nuovo percorribile. Se vuoi cimentarti, puoi entrare da questo INGRESSO https://ultimacrociata.wordpress.com/2010/01/09/c3/, oppure puoi iniziare da un punto precedente https://ultimacrociata.wordpress.com/2010/01/10/labirinto/ per entrare nell’atmosfera vagamente splatter che ho cercato di creare attorno al visitatore.
      Ciao : )

      • Grazie a te Jons! e complimenti per il blog, molto interessante e divertente. Ti seguo, silenziosamente, da tempo. Avevo già visto il labirinto ma non mi ero ancora cimentata, proverò ora (è un’ottima occasione per evitare di fare altro- vedi varie incombenze domestiche!- )
        ciao 😉

  4. dopo la prima giornata dell’esame di stato con i verbali telematici impallati non sono in grado di connettere 🙂

    • E io che ho appena finito di scrivere che non è molto difficile! Sono imbarazzatissimo : ) In realtà la maggiore difficoltà consiste, secondo me, nel padroneggiare il meccanismo di risoluzione. Perché questo prevede dei passaggi sopra la piccola scacchiera di nove caselle e altri passaggi sotto la scacchiera, che devono essere immaginati. E’ come quando si progetta un circuito elettrico da trasporre su una base di resina, oppure come il complicato disegno che si forma nella parte inferiore di un ricamo fatto al telaio. Una volta finiti gli esami sarà più divertente provare a risolverlo.
      Ciao : )

  5. @ RobertaP
    Grazie, sei molto gentile! Alcune incombenze domestiche forse possono essere procrastinate con vantaggio, ma non tutte, spero, e non per il labirinto. E poi c’è la partita…
    Ciao : )

  6. Grazie al tuo aiutino iniziale ce l’ho fatta… Ma non ho ancora trovato il tempo di gustarmi il tesoro!! Però mi sono divertita molto ! Il tuo blog sta diventando sempre più vario e interessante !

    • Grazie, sei gentilissima! Col tempo cercheremo di aumentare le difficoltà, perché così aumenta anche il divertimento.
      Ciao : )


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: