Pubblicato da: scudieroJons | marzo 22, 2012

Sapere un po’ di più e vivere un po’ di meno

Alcuni sostengono il contrario e dicono che oziare è meglio  che lavorare. Possediamo soltanto il nostro tempo. Dove vive chi non esiste? Dedicarsi unicamente a occupazioni meccaniche è sbagliato tanto quanto dedicarsi a cose sublimi. Non bisogna avere troppe occupazioni né suscitare invidia, altrimenti si vive nell’affanno e si soffoca lo spirito. C’è chi applica questo principio anche al sapere, ma la vita senza sapere non è vita.

Baltasar Graciàn

 

Annunci

Responses

  1. Mamma mia … NOTORIUS, e il bacio fra la Bergman e Grant … il più lungo bacio della storia del cinema ! 😯
    Lei, una romantica prostituta, si mette al soldo della CIA per riscattare il passato nazista del papà, e sposa l’ eccellente Claude Rains ( indimenticabile Capitano Renault dell’ indimenticabile CASABLANCA … col mitico Bogart ed ancora l’ affascinante Bergman ), nazista e mammone che fà parte di una organizzazione segreta nazifascista in Argentina ! Lui, fascinoso agente della CIA, che fà da tramite fra Ingrid e il Capo dei servizi segreti, disprezza la donna … ma non sa che se ne sta innamorando inconsciamente ! Straziante il finale, quando Grant entra nella casa dei Rains e salva la Bergman da sicura morte, rischiando a sua volta lavita !
    Uno splendido Film, mio caro @Jons … un film da vedere e rivedere, non fosse altro che per stupirsi con i trucchi del magico Hitchcock ! 😀

    • A proposito di erotismo nei baci al cinema, Gianni Amelio mette a confronto il lunghissimo bacio di Notorius con questa scena ad erotismo egualmente prolungato da La vita è meravigliosa, facendo notare che i due film sono stati girati nello stesso anno.

      Annata notevole per il cinema, e chissà se uno dei registi ha fornito l’ispirazione all’altro.
      Ciao : )

  2. No … mio caro @Jons, non son d’ accordo con te ! Il Generale Jimmy Stewart, grande attore e grande persona, fu abile in tantissime altre cose, ma quanto ad esprimere passione ed erotismo fu appena passabile ! Ben altra cosa fu Clark Gable, capace di stringere le sue eroine, come un boa reale, e strappar loro un bacio davvero sensuale e travolgente … come fece in Via col Vento, allorchè, tra sarcasmo e idealismo, verità e vergogna … bacia Rossella in un bacio a cui lei non avrebbe mai potuto resistere ! 😀

  3. Ah, no! Mi dispiace ma io Rhett Butler e Rossella O’Hara non li sopporto proprio. Preferisco altri film di Gable, tra cui quello con Carole Lombard, Nessun uomo le appartiene, in cui c’è la famosa scena dove lui, con occhio da intenditore, ammira il polpaccio tornito della bibliotecaria protesa verso i piani alti dello scaffale, per prendere il libro richiesto dall’aspirante lettore.


    Ciao : )

  4. Rispetto la tua opinione, mio caro Scudiero @Jons … e, fra l’ altro, mi piace rivedere Gable con l’ amatissima ( e affascinante ) sua moglie Carol Lombard, che perderà poi in circostanze drammatiche durante l’ ultima guerra !
    Ma continuo a preferire il Gable romantico e sensuale, sincero e struggente, praticone e imbroglione che prima si arricchisce con la guerra, e poi, quando il Sud è ormai sconfitto, va a schierarsi con isudisti, andando forse a morire senza retoria, ma col suo sorriso beffardo e la sua affascinante, virile ironia, a cui nemmeno Vivien potrà resistere !
    😀
    °°°

  5. Povero Gable, the King of Hollywood ( come l’ appellò Spencer Tracy … ), sfortunato in amore ( perse, ancorchè giovane la bella e colta moglie Lombard da lui amatissima ), e sfortunato in vita … giacchè morì d’ infarto non ancora sessantenne !
    😦
    °°°

  6. Due attori così amabili che però non hanno avuto abbastanza tempo per essere felici. Dice bene Montaigne di aspettare a giudicare la vita all’ultimo giorno.
    Ciao : )

  7. Giusto … amico mio, non ebbero il tempo per esser felici ! E, in questo mondo schifoso, quanto mi manca quel sorriso beffardo, quei baffetti da sparviero … e quel suo modo di essere così sincero lui che, girando il suo ultimo film GLI SPOSTATI, non volle una controfigura che lo sostituisse nelle scene più pericolose, passando quindi in quel Nevada, dove si girò per intero quel film, dal gelo della notte al caldo opprimente del giorno, e facilitàndo il suo infarto che lo consegnò alla prematura morte ! 😦
    °°°


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: