Pubblicato da: scudieroJons | gennaio 29, 2011

Le Plaisir di Max Ophuls

Quando, dopo anni che non riuscivo a trovarlo, ho visto comparire su YouTube il film di Max Ophuls, Le Plaisir, ho avuto la stessa gioia che si prova nell’incontrare per caso un vecchio amico che non si sperava più di rivedere.
Tratto da tre novelle di Guy de Maupassant, il film stupisce, oltre che per il virtuosismo con cui il regista adopera la macchina da presa, anche per la sua capacità di essere sempre aderente alla modernità. Sembra quasi che Ophuls sia venuto ai giorni nostri per prendere spunti per il suo film, e solo per ridurre i costi abbia deciso di delocalizzare la sua realizzazione nel 1952.
Nel primo episodio, per esempio, ha brillantemente aggirato la censura governativa e ha chiamato il luogo dove si svolge l’azione “Palais de Danse” invece di Palazzo Grazioli, o Villa San Martino.  All’ultimo momento il regista ha inserito nello script del film la fulminante battuta di una esperta del settore, Iva Zanicchi, che ha denunciato pubblicamente quello che tutti sanno, tranne gli adepti di Comunione e Liberazione: che al nostro vecchio e sdentato premier piace la carne fresca, come ai viveurs descritti nel film che andavano a caccia della “chair fraiche”. Per questioni di copyright, il bunga bunga è diventato can can, ma il personaggio principale, che viene descritto così: “Sembrava una statua di cera. Una caricatura del sogno di un disegnatore di moda rimane riconoscibilissimo.
Lo svelamento del suo vero volto è una metafora degli avvenimenti dei giorni che stiamo vivendo, e anche lo spettatore più incallito nel suo cinismo non riuscirà a trattenere un grido di raccapriccio quando sarà costretto a contemplare tutta la sua miseria fisica, metafora della miseria morale.
Gli altri due episodi sono rispettivamente un inno alla nostalgia dell’amore puro e alla potenza distruttiva della fiamma d’amore.

(Il film è stato nuovamente oscurato. Ne rimangono alcuni frammenti e la testimonianza di un esperto)

Aggiornamento del 22/12/14:

E’ ritornato visibile, finché dura.

 

 

Annunci

Responses

  1. è un film meraviglioso. A parte i riferimenti alla situazione attuale, un capolavoro assoluto. Sono d'accordo con te, è un film modernissimo anche per tecnica e stile. Lo struggente  primo episodio "vale da solo il prezzo del biglietto" come si dice in gergo, ma anche il resto è strepitoso. Forse solo un pò lungo nel segmento centrale, ma tra i dieci film più belli della storia del cinema, secondo me. Ophuls ha fatto altri capolavori come Liebelei e Lettera da una sconosciuta ( molto più belli del più celebrato La Ronde) ma questo è una spanna su tutti.

  2. Devo cambiare l''hard disk.
    Ci vorranno alcuni giorni.
    Ciao a tutti : )
    lo Scudiero Jons

  3. Tu devi cambiare l' hard….io invece riesco solo adesso a commentarti..
    Bellissimo.
    Torna presto scudiero !           

  4. A proposito !!!…quanto sono carini quei cani. !!!          
    Però mi piacevano di più quando correvano lateralmente e poi il titolo non era scritto in verde???
    Mi sbaglio??

  5. l'hard disk è bionda o bruna? 😉
    WW

  6. donnaflora
    Stavo facendo delle prove di template, quando il disco ha ceduto.
    Non ho ancora finito con il ripristino.
    Grazie per aver apprezzato i cagnolini.
    Ciao

  7. W W
    Di un altro colore.

    Ciao : )


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: