Pubblicato da: scudieroJons | dicembre 16, 2009

Un film memorabile


“Tra il tempo in cui l’Oceano inghiottì l’Atlantide e il sorgere dei figli di Aryus, vi fu un’era al di là di ogni immaginazione.

 

L’era in cui visse Massimo.

Destinato a portare la corona ingioiellata di Aquilonia sulla sua fronte inquieta.

Sono io, il suo cronista, il solo che può raccontarvi la sua saga.

Lasciate che vi dica di quei giorni di gloriose avventure”.

Per farla breve, Massimo fu reso orfano da una banda di brutali predoni capeggiata da uno spietato leader, Silviolo I. Egli sopporta un’infanzia di impietosa schiavitù per diventare un gladiatore il cui compito sarà quello di far divertire i suoi aguzzini.

Mandato in Estremo Oriente per affinare la sua capacità di combattente, Massimo si affrancherà dalla schiavitù e inizierà a vendicare il massacro dei suoi genitori.

Il generoso guerriero, che tartaglia, e perciò viene detto barbaro, dovrà annientare i suoi nemici assetati di potere, trasformando il film in un’avventura imperniata sul coraggio, sulla forza, sul carattere e sul trionfo del bene sul male.

Nella scena più drammatica del film Massimo si introduce arditamente nel tempio-fortezza di Silviolo I che sta concludendo la festa del tesseramento dei suoi adepti.

“La purificazione della Costituzione è imminente. sta dicendo loro, dall’alto della scalinata sacra – E’ giunto il tempo di P-Two.

Tutto ciò che è male, tutto ciò che è comunista, tutto ciò che ha a che vedere con La Repubblica, i vostri genitori, i vostri capi, coloro che si dichiarano vostri e nostri giudici, saranno tutti purificati.

Tenete nelle vostre mani la tessera del partito di Me-e-di-ah-Set: la sua fiamma vi illuminerà la via del Paradiso”.

Mentre Silviolo I pronuncia queste parole, Massimo giunge dietro di lui e dalla folla di fedeli si alza un mormorio di stupore.
Silviolo I si volta e si rivolge a Massimo affettuosamente:

“Figliolo, sei venuto da me, da buon figlio.

Mi puoi chiamare padre, se vuoi.

Chi ti ha dato la volontà di vivere, se non io?

Tu hai attinto solo da me la tua grande forza.

Quando non ci sarò più, tu non sarai mai esistito”.

Il regista stacca sul braccio di Massimo e nel suo pugno si intravede qualcosa , ma non si riesce a capire se sia l’elsa di una spada o una miniatura del DOOM.

“Cosa saresti senza di me? riprende a parlare Silviolo I, e mette una mano sulla spalla di Massimo il balbuziente. – Figlio mio, pensaci…!”

Il volto di Massimo ormai esprime l’assoluta devozione all’uomo che gli sta davanti e gli parla con voce carezzevole: “Figlio mio, pensaci…!”

L’inquadratura ritorna sul pugno chiuso di Massimo che sembra stia per aprirsi, e lasciar cadere, in segno di resa, l’oggetto metallico che stringe.

All’improvviso gli occhi di Massimo il balbuziente si illuminano e un pensiero attraversa la sua mente: “Ma chi ca-cazzo è questo?”

E il suo braccio si alza e…

ma il finale bisognerà andarlo a vedere al cinema!

Annunci

Responses

  1. che è la solita polpetta confezionata in carta argentata di natale? Chi è il regista Vanzina?

  2. @ LadyLongthorn
    Non è un film di Natale, e il soggetto è un classico universale. Il regista è John Milius.
    Ciao : )

  3.    

  4. Il copione sembra sia stato modificato a favore di una versione più austera: in un primo momento la frase al balbuziente era più amorevole "Mi puoi chiamare papi, se vuoi". Almeno così sembra. Ma "padre" si imprimeva sicuramente di più e così il regista ha scelto per un termine più di… impatto
    (E’ da piegarsi , complimenti!!)
    ciao..
    S.

  5. @ SinuoSaStrega
    Lo possono chiamare "papi" solo le ragazze fino a 18 anni. Ci hanno provato Bondi e Cicchitto, e sono stati schiaffeggiati.
    Ciao : )


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: