Pubblicato da: scudieroJons | settembre 27, 2009

Ciampino sta diventando infrequentabile

cheschi

Incontro tra PAPI

«Presitente, che cioia feterla, lei è appena tornato tagli Stati Uniti…». «Santità, ho corso nel cielo per essere puntuale». Pochi minuti di faccia a faccia tra Benedetto XVI e il premier Silvio Berlusconi, in piedi, davanti alla berlina scura targata Città del Vaticano che ha appena portato il Pontefice, con qualche minuto di ritardo rispetto al programma, davanti all’ingresso del cerimoniale di Stato dell’aeroporto di Ciampino.

Gianni Letta il suo lavoro lo sa fare.

Cosa abbia promesso alla Chiesa per avere questa foto lo sapremo presto.

A pagare saranno gli italiani, con pezzi della loro libertà.

Aggiornamento:  il giorno dopo quello in cui è stata scattata questa foto, Berlusconi ha chiuso con un suo discorso la festa del PDL. Confortato anche da questo incontro Berlusconi ha dato il massimo in tema di machismo e razzismo, con le sue battute su Obama e la moglie, e ha fatto capire che quando qualche giorno fa, ai funerali dei soldati morti in guerra si batteva il petto, non era perchè è pentito di qualcosa che ha fatto: gli era andato qualcosa per traverso.

Farà piacere al papa sapere che nel suo comizio Berlusconi ha salutato Vittorio Feltri, che era presente nelle prime file; lo stesso Feltri che ha stroncato la carriera di Dino Boffo, il direttore di Avvenire.

Chissà se il papa, parlando di uomini politici “credenti” e “credibili” stava pensando proprio a Berlusconi che recitava (da attore consumato) il Mea culpa o a quello che dal palco dà appuntamento fuori alle donne del PDL.

Annunci

Responses

  1. Certe immagini, diventeranno storiche,lasciando ai posteri ogni possibile interpretazione. a noi non resta che la rassegnazione di fronte a questa ostentazione di ipocrisia, con la finalità di offrire una facciata positiva, là dove si nascondono poteri occulti.

  2. Cosa ci costa non tarderemo a saperlo, magari non ce ne accorgiamo nemmeno.

  3. @ tageta
    A parte ogni altra considerazione sull’influenza che la Chiesa esercita sul governo dell’Italia, mi è sembrato disdicevole che il Vicario di Cristo si sia fatto fotografare mani nelle mani e occhi negli occhi, come due innamorati, con un individuo senza morale come Berlusconi.
    Il sorriso stentato di Bertone è pura diplomazia.
    L’espressione seria e quasi accigliata del monsignore sullo sfondo, mi fa pensare che non sia particolarmente felice di vedere quella scena. In tanti mi dicono che la Chiesa è fatta anche di persone oneste e corrette: se esistono davvero, questo è per loro il momento di farsi sentire.
    Ciao : )

  4. @ sellina
    Se non ce ne accorgeremo, quando il Parlamento approverà una legge che nega ai malati il diritto di decidere la fine della propria vita, o la messa al bando della pillola abortiva RU486, o ancora misure restrittive sulla fecondazione artificiale, significherà che in materia di libertà e democrazia siamo conciati male.
    Saremmo come quei malati in stato catatonico che non sentono nemmeno dolore quando i medici li sondano, li incidono, li amputano.
    Ciao : )

  5. e sì, Letta (l’inquisito da un anno, se non sbaglio, ma di cui nessuno parla) ha lavorato di fino.. come abbia fatto a far incrociare SB di ritorno dagli Stati con il Papa che partiva per andare a rompere gli zibidei (scusa il francesismo) ai Cechi lo sa solo lui.
    Ma si sa che il Vicario in terra volteggia alato sulle cose dei miseri mortali – anche sullo sputtanamento (e scusa anche questo) di Boffo -salvo fare pesanti incursioni sulla vita di milioni di persone, in Italia, sulle questioni che elenchi, oppure come ad esempio in Africa dove i cristiani possono tranquillamente prendersi l’Aids perché lui ha vietato l’uso dei preservativi…
    Sul santo premier che ci tiene tanto a toccare le mani sante – dopo aver detto una marea di fandonie ieri sulla sinistra che tifa per la crisi e quella che brucia le bandiere – vorrei evitare di sputare veleno già di lunedì
    un saluto

  6. Dai, candidati così la smetti di parlare di Berlusconi, che non se ne può più… 🙂
    Mal che vada ci sarà un politico migliore in più, anche se non arrivi ad essere presidente del consiglio.

    No, scherzi a parte, ritengo che chi ha delle capacità, e il desiderio di migliorare la gestione del paese dovrebbe candidarsi. Il mio amico eletto in circoscrizione nel PD dovrà rassegnare già le dimissione per altri impegni. Chi può impegnarsi è giusto che lo faccia.

    Per quanto riguarda la cortesia di Ratzinger, prima di tutto riguarda – volente o nolente – il capo del governo. Secondo, compito del pontefice non è additare chi si comporta male, ma guidare chi si comporta bene. A Cristo.
    Al resto dovrebbero pensarci i politici che si impegnano come cristiani, e anche gli altri.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: