Pubblicato da: scudieroJons | agosto 2, 2009

Amicizia nel deserto

C’è una signora tedesca un po’ sovrappeso, che per un litigio col rozzo marito si trova da sola in pieno deserto, in un punto imprecisato della mitica Route 66. Vestita come se dovesse andare a Innsbruck arriva accaldata e sudata in una scalcinata stazione di servizio, dove la macchina del caffè non funziona, e il disordine e la polvere regnano su tutto. Il locale è gestito da Brenda, tanto grintosa quanto sciattona, che ha appena messo alla porta l’inetto marito, che la guarda da lontano sospirando. Ci sono anche i figli e un nipotino, e alcuni clienti abituali: un pittore che sembra un divo del cinema e la sensuale artista del tatuaggio. La tedesca, Jasmin, affitta una camera e deve sottoporsi all’esilarante esame poliziesco della sospettosa afroamericana Brenda e dello sceriffo, l’attore nativo americano Apesanahkwat. Si capisce subito che Jasmin non può resistere in quel disordine, e prima cautamente, poi senza alcun freno, inizia a pulire e a mettere in ordine tutto quello che trova. Questa intrusione esaspera Brenda, e tra le due donne sta per scoppiare la tempesta. Ma il buonsenso femminile prevale, e tra Brenda e Jasmin nasce una profonda amicizia. Avete già capito di che film sto parlando? Un vero film culto, pieno di umorismo e sentimenti veri, in cui la colonna sonora, la canzone “Calling you” è una parte imprescindibile. I suoi versi dicono: A desert road from vegas to nowhere,/ some place better than where you’ve been./A coffee machine that needs some fixing/ in a little café just around the bend. I am calling you./ Can’t you hear me?/ I am calling you.

Annunci

Responses

  1. sai quante volte ho sentito questa canzone, senza sapere che faceva parte della colonna sonora di un film? e quante volte ho letto il titolo Bagdad Café senza sapere di che parlasse? ora ho messo insieme i pezzi.. grazie! 😉

  2. @ giovanotta
    grazie a te. non sai il piacere che mi fanno le tue parole : )

  3. ci sono state così tante versioni di questa canzone.. a me piace anche questa

  4. @ lavespista
    grazie anche a te. Se questo blog è multimediale è merito tuo. (che pasiensa che hai avuto) : )

  5. è uno dei miei film preferiti.

  6. @ cristina13
    Oltre al vissuto delle due protagoniste femminili, mi colpisce molto il percorso dell’attore, Jack Palance, che da innumerevoli ruoli di prepotente e spietato, è approdato al ruolo di artista sensibile e romantico.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: