Pubblicato da: scudieroJons | febbraio 26, 2017

Sperduti nel bosco

Che cosa dice l’inquietante personaggio che spia dalla finestra?

(A numero uguale corrisponde lettera uguale)

marza2

Pubblicato da: scudieroJons | febbraio 25, 2017

Ballerina di fila

Esile smilza bizzarra
la nota saltella
sulle corde di una chitarra.
Ballerina di fila
un giorno perse il passo
rimanendo dietro alle compagne.
Si lacerò la rosa di maglie
per una stecca nella sinfonia di Mahler.
Nessuno può immaginare quanto
la derelitta abbia sofferto
prima di trovare la strada
delle altre formiche del pentagramma.
Ora è beata
è riassunta e salta
nella parte della suorina bislacca
in cori animati per i carmelitani scalzi.

Gian Paolo Tozzoli

Pubblicato da: scudieroJons | febbraio 24, 2017

Cinema Cult – 42 – Donne sull’orlo di una crisi di nervi

cinema42

Donne sull’orlo di una crisi di nervi   1° tempo

Donne sull’orlo di una crisi di nervi   2° tempo

Pubblicato da: scudieroJons | febbraio 23, 2017

Caos intimo

Al secondo giorno di lavoro come aiuto magazziniere in prova ai grandi magazzini, Federico viene chiamato dal direttore:
“La commessa del reparto lingerie è in ritardo, e tutte le altre commesse sono impegnate e io non posso aspettare che si liberino. Prima dell’ora di apertura, che è tra cinque minuti, devi completare un lavoro.  Sullo scaffale dell’intimo ci sono sei confezioni che non hanno il cartellino del prezzo.

lingerie2

Questo è il mazzetto dei cartellini mancanti. Li ho già disposti nello stesso ordine in cui troverai le scatole. Devi solo metterne uno su ogni scatola, bene in vista, rispettando quest’ordine. Va’, sbrigati!”
“Volo!” aveva risposto prontamente Federico. E infatti salendo i gradini a quattro alla volta, è inciampato sull’ultimo gradino ed è volato in mezzo al reparto lingerie. Niente di rotto, però i cartellini gli sono sfuggiti di mano e si sono sparsi sulla moquette.

cartellini
Adesso Federico, che è un ex metalmeccanico, e non ha grande esperienza di indumenti intimi (tranne che per quelli della sua fidanzata), ha il caos nella testa e non riuscirà mai a mettere ogni cartellino sul completino giusto, se qualcuno più esperto di lui non gli dà un grosso aiuto, abbinando le lettere ai numeri.

Pubblicato da: scudieroJons | febbraio 22, 2017

Tra due Guanciali

Con quest’abitudine che hanno preso le reti televisive di cambiare più volte la programmazione all’ultimo momento, per inseguire gli alti livelli di share, mi sono perso la prima puntata della “Porta rossa”, la storia del poliziotto assassinato che da morto indaga sul proprio omicidio. Mi avevano detto che iniziava il 17, anzi no, il 24, e invece eccolo lì…  Non è che lo volessi vedere, ma avrei voluto risparmiarmi la sorpresa di imbattermi inavvertitamente nel telefilm mentre passavo da un canale all’altro. Non lo sanno le aziende che il palinsesto televisivo (lo dice la parola stessa), deve essere fisso e immutabile, e non deve essere cancellato e riscritto continuamente? Ma il peggio è stato che avendo deciso di allontanarmi velocemente dal canale del morto che indaga, sono finito nella replica di un telefilm in cui lo stesso attore, con la stessa faccia da morto vivente assunta per esigenze di copione, esibisce una sorprendente e polemica vitalità in un convento di monache. Saranno state contente le sue ammiratrici, che per una serata avranno potuto dormire tra due Guanciali.

Io invece non mi faccio tentare dalle sensitive dell’ultima ora, e la mia preferenza andrà sempre alla brava e simpatica Jennifer Love Hewitt.

mug5

Pubblicato da: scudieroJons | febbraio 21, 2017

Gli occhi di Anna

annakarina

La Courbe de tes yeux

La courbe de tes yeux fait le tour de mon coeur,
Un rond de danse et de douceur,
Auréole du temps, berceau nocturne et sûr,
Et si je ne sais plus tout ce que j’ai vécu
C’est que tes yeux ne m’ont pas toujours vu.

Feuilles de jour et mousse de rosée,
Roseaux du vent, sourires parfumés,
Ailes couvrant le monde de lumière,
Bateaux chargés du ciel et de la mer,
Chasseurs des bruits et sources des couleurs,

Parfums éclos d’une couvée d’aurores
Qui gît toujours sur la paille des astres,
Comme le jour dépend de l’innocence
Le monde entier dépend de tes yeux purs
Et tout mon sang coule dans leurs regards.

Paul Eluard, Capitale de la douleur, 1926


La curva dei tuoi occhi

La curva dei tuoi occhi gira intorno al mio cuore
un girotondo di danza e di dolcezza,
aureola di tempi, culla notturna e sicura
e se non so più quello che ho vissuto
è perché non sempre i tuoi occhi mi hanno visto.

Foglie di luce e spuma di rugiada
canne del vento, risa profumate,
ali che coprono il mondo di luce,
navi cariche di cielo e di mare,
cacciatori di suoni e fonti di colori,

profumi schiusi da una cova di aurore
sempre posata sulla paglia degli astri,
come il giorno vive di innocenza,
così il mondo vive dei tuoi occhi puri
e tutto il mio sangue scorre in quegli sguardi.

Pubblicato da: scudieroJons | febbraio 19, 2017

Posso fare qualcosa per te?

Che cosa si dicono questi due personaggi dell’antichità?

(A numero uguale corrisponde lettera uguale)

filosofo2

Pubblicato da: scudieroJons | febbraio 18, 2017

Raggirata

solipsismo

Pubblicato da: scudieroJons | febbraio 17, 2017

Cinema Cult – 41 – Che?

cinema41

CHE?

Pubblicato da: scudieroJons | febbraio 16, 2017

Arriva la Polizza! Scappiamo!

scappiamo2

Older Posts »

Categorie